Metrobus: autobus elettrici, parcheggi di attestamento e tariffe agevolate per ridurre le auto verso Trento

Metrobus: autobus elettrici, parcheggi di attestamento e tariffe agevolate per ridurre le auto verso Trento

Durante il Consiglio comunale del 5 settembre 2018 è stata presentata una mozione (firmata dai consiglieri Brugnara, Lombardo e Calza per il gruppo PD-PSI “Insieme per Trento” e Renato Tomasi per il gruppo Cantiere Civico Democratico) che impegna la Giunta e il sindaco ad elaborare, coerentemente con le previsioni del Piano Urbano della Mobilità (PUM), uno studio di fattibilità per l’attivazione del “Metrobus”, vale a dire una linea di trasporto pubblico su gomma “ad alta mobilità”, che colleghi il tratto di città che va dalla Stazione FS di Trento fino a Lavis (o almeno fino a Spini di Gardolo) lungo la direttrice via Alto Adige, via Bolzano, Via Brennero e Trento Centro, con il fine di rendere il trasporto pubblico sempre più competitivo rispetto a quello privato con la conseguente riduzione delle auto che entrano a Trento da nord e, quindi, il miglioramento della qualità dell’aria in quei quartieri della città che maggiormente soffrono il carico di smog provocato da un numero eccessivo di automobili.
La mozione prevede, inoltre, che il comune di Trento cerchi una collaborazione con il confinante comune di Lavis per elaborare una politica comune che incrementi il trasporto pubblico ecologico senza che vengano meno la libertà e le opportunità di movimento per i cittadini.

Tra le proposte suggerite per facilitare gli spostamenti delle persone e al contempo ridurre l’inquinamento dell’aria alleggerendo il traffico cittadino da un flusso troppo consistente di auto private, come tra l’altro previsto dal Documento Unico di Programmazione (DUP), le più rilevanti sono: l’acquisto di nuovi autobus elettrici da introdurre sia sulla linea ad Alta Mobilità che sulle linee circolari; la realizzazione di parcheggi intermodali nella zona compresa tra Gardolo e Lavis; la valutazione di tariffe agevolate che rendano il trasporto pubblico sempre più conveniente rispetto a quello privato

Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply